dormire abbracciati

Benefici del dormire abbracciati

Dormire abbracciati è una cosa che moltissime coppie fanno: si tratta di un altro momento della giornata per godersi la propria intimità e del tempo prezioso insieme al proprio partner. D’altronde, ogni momento è fondamentale all’interno della vita di una coppia, da quando si aprono gli occhi al mattino fino al momento in cui non ci si corica: proprio in questa occasione, moltissime persone amano dormire abbracciati l’uno con l’altra.

Questo gesto così semplice ed innocente ha una fortissima influenza sulla relazione e può rivelare moltissimo riguardo due persone: di fatti, le coppie che riescono a dormire insieme rimanendo in contatto tutta la notte hanno delle caratteristiche particolari. Da un lato, queste riescono ad avere una storia d’amore che è molto più appagante rispetto a quella che hanno altre coppie, mentre d’altro canto le posizioni che assumono nel corso della notte danno dei segnali riguardo la complicità.

L’abitudine del dormire abbracciati non serve solo a comunicare affetto e a dimostrare il livello di complicità di due persone, ma rivela molto di più: un recente studio ha mostrato che chi dorme abbracciato al proprio partner ha una salute mentale migliore. Coloro che dormono stretti l’uno all’altro non solo riescono a rendere la vita di coppia molto più appagante, ma riescono anche a creare un beneficio per la propria salute mentale: ci sono delle spiegazioni scientifiche e delle reazioni chimiche dietro questo semplice gesto.

Perché dormire abbracciati

Insomma, dormire abbracciati al proprio partner oppure al cuscino, può portare numerosi benefici e può rivelare moltissimo riguardo le abitudini di una coppia e di una persona: inoltre, favorisce la salute mentale. Infatti, numerose ricerche hanno dimostrato che avere un contatto fisico con una persona durante la notte o semplicemente essere certi della sua presenza, può favorire l’innalzamento dei livelli di ossitocina all’interno del corpo.

dormire abbracciati dopo aver fatto l'amore

L’ossitocina è un ormone conosciuto anche come ormone della felicità e dell’amore, e la sua secrezione porta ovviamente ad una sensazione di benessere fisico e psichico molto più intensa. Non appena si ha infatti un aumento nel livello di ossitocina, c’è un abbassamento del livello del cortisolo: per chi non lo sapesse, si tratta dell’ormone che favorisce l’ansia e lo stress, e che può portare allo sviluppo di disturbi che interessano stomaco, intestino e tiroide.

C’è da dire che ci sono anche molte coppie felici ed appagate dalla propria relazione che però non riescono a dormire abbracciati lungo tutta la durata della notte: questo spesso avviene quando i partner hanno fatto l’amore oppure hanno condiviso un particolare momento di felicità. Ciò che davvero importa non è dormire abbracciati per tutta la notte, ma almeno prima di addormentarsi: questo serve a trasmettere sicurezza ed affetto al proprio partner.

Dormire abbracciati dopo aver fatto l’amore

Dormire abbracciati, specialmente dopo aver fatto l’amore, serve a trasmettere affetto oppure sicurezza al proprio partner: come si è detto, non è necessario rimanere in questa posizione tutta la notte, ma è importante farlo almeno prima di addormentarsi. Infatti, condividere del tempo abbracciati a letto dopo aver fatto l’amore è un importante indice che dimostra la salute del rapporto di coppia ed anche un elevato livello di complicità.

Quello che conta per decretare se una relazione va bene oppure è burrascosa sono le posizioni che le due persone assumono prima di addormentarsi: una di queste è quella del cucchiaio, che è una delle più famose e diffuse. Nella posizione del cucchiaio c’è una differenza tra chi abbraccia, che prende il nome di “big spoon” in inglese, e chi viene abbracciato, che diventa il “little spoon”: chi fa il cucchiaio grande ha il compito di conferire protezione e sicurezza.

D’altro canto, la persona che viene abbracciata è quella più bisognosa di affetto e di sicurezza all’interno della coppia: ovviamente, di tratta di ruoli che non sono fissi e che si possono ribaltare in base alla situazione. Un’altra abitudine molto diffusa è quella di dormire accoccolati: in essa, un partner è sdraiato supino mentre l’altro si trova con il viso sul petto, ovviamente abbracciandosi.

dormire abbracciati

Le persone che dormono così condividono una grande complicità, oltre che una forte sintonia sia fisica che mentale. In questo caso non si tratta solo di attrazione sessuale, ma di un amore vero e profondo.

Dormire intrecciati o schiena contro schiena

Quando si parla del dormire abbracciati, ci sono sicuramente moltissime posizioni diverse che le coppie possono assumere: queste variano in base alle proprie abitudini e alla comodità. In ogni caso, a decretare la solidità di una coppia non è il fatto di dormire abbracciati per tutta la notte, ma semplicemente la posizione che si assume prima di addormentarsi del tutto per rendere il tempo che si trascorre insieme piacevole e ricco di amore.

Un’altra posizione molto comune tra i partner è quella dell’intreccio, in cui i partner sono entrambi sul fianco e si intrecciano le loro gambe e braccia, in modo da stringersi: in questo caso, la posizione è caratterizzata da una forte connessione fisica ed emotiva nella coppi. La differenza è che in questo caso potrebbe esserci un risolto negativo: infatti, dormire così avvinghiati ogni notte potrebbe essere sintomi di un attaccamento eccessivo tra i due partner, una sorta di dipendenza e gelosia reciproca.

Una diversa abitudine è quella di dormire schiena e schiena: in questo caso non si tratta di dormire abbracciati, ma semplicemente di dormire insieme, quindi di rimanere in contatto anche nel corso della notte. In tal caso, i due partner non si abbracciano tra loro ma abbracciano un cuscino: non bisogna preoccuparsi, perché anche in questo caso c’è una stabilità di coppia.

Spesso, questa è una posizione assunta dalle coppie sposate che condividono il letto da anni: sanno di potersi affidare l’uno all’altro, ma capiscono anche la necessità di indipendenza del proprio partner.

Benefici principali

Riuscire a dormire abbracciati insieme al proprio partner per tutta la notte non è una cosa da tutti: nel corso del sonno notturno può capitare ovviamente di allontanarsi e separarsi, ma è necessario comprendere perché si verifica questo fenomeno. Nel caso in cui la coppia ha trascorso diversi minuti abbracciati in modo piacevole, magari raccontando la propria giornata oppure semplicemente coccolandosi o accarezzandosi, separarsi nel corso della notte potrebbe semplicemente indicare la presenza di una relazione priva di attaccamento morboso.

Dunque, non bisogna preoccuparsi perché staccarsi, in questo caso, denota la presenza di maturità ed indipendenza, all’interno di una coppia stabile: al contrario, se i partner sono stati distaccati e freddi nel momento in cui si sono messi a letto, dormire separati potrebbe rappresentare un campanello di allarme. Tale posizione, accompagnata magari anche dalla mancanza di un momento di vicinanza prima di dormire, potrebbe indicare una crisi di coppia.

Invece, per quanto riguarda le persone single, ovviamente queste non possono abbracciare un partner: spesso, molti individui che dormono da soli abbracciano quindi un cuscino. Con il cuscino, si possono adottare le stesse posizioni che si adottano con il proprio partner, e questo può rivelare molto sulla personalità di un soggetto.

Ovviamente, quando si dorme in posizione fetale abbracciati al proprio cuscino, si ha un ritorno al grembo materno: il cuscino diventa una specie di scudo per difendersi dai problemi della vita quotidiana oppure dagli incubi. In ogni caso, dormire abbracciati a qualcosa o qualcuno non può fare che bene all’anima.

Sonny Sleep – VR Services SRL P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00 €