Bruxismo bambini: come individuarlo e risolverlo in 4 mosse

Bruxismo bambini

Ciao caro lettore e bentornato nuovamente sul nostro blog di Sonny sleep per un articolo tutto nuovo sul bruxismo bambini e sul bruxismo bambini rimedi naturali. Abbiamo scritto questo articolo perché sono sempre di più le persone che ci scrivono chiedendoci spiegazioni riguardo questo disturbo.

Infatti, specialmente nel periodo successivo alla pandemia, le persone che soffrono di bruxismo sono sempre di più e, purtroppo, molti sono bambini. Ed è proprio per questo che questo articolo tratta di bruxismo nei bambini e di bruxismo bambini 2 anni. 

Il bruxismo nello specifico è una brutta abitudine involontaria che posseggono sia gli adulti che i bambini di digrignare i denti. Ovviamente questo disturbo è proprio di entrambi i sessi, sia maschili che femminili e sembra non avere età. 

Anche se il bruxismo può venire a tutte le età, ad ogni modo, c’è da dire che colpisce maggiormente nell’età immediatamente precedente a quella in cui si va a scuola. Ma se sei venuto a leggere questo articolo sul bruxismo bambini e bruxismo bambini rimedi naturali non deve essere di certo per casualità.

Infatti, molto probabilmente tuo figlio ha iniziato a digrignare i denti e tu vuoi capire esattamente che cosa gli sta succedendo. Sappi dunque che ti trovi nel posto giusto.

In questo articolo tratteremo infatti i seguenti argomenti:

  • bruxismo bambini
  • bruxismo bambini rimedi naturali
  • bruxismo nei bambini
  • bruxismo bambini 2 anni.

Se sono proprio queste le informazioni che stavi cercando, allora non ci resta altro che iniziare immediatamente la lettura!

Bruxismo bambini: informazioni di base necessarie per la comprensione del testo

Questo capitolo ti servirà più che altro per avere un’idea più chiara sul bruxismo. Inizieremo spiegando infatti che cosa è questo disturbo peculiare e quali sono i suoi sintomi.

Successivamente andremo più a fondo nell’argomento e vedremo sia il bruxismo bambini rimedi naturali che il bruxismo nei bambini. Devi sapere, tanto per cominciare caro lettore, che il digrignamento dei denti è una condizione che si verifica in particolar modo durante le ore notturne.

Ma questo non vuol dire che di giorno non si possa verificare, semplicemente che è molto più comune il bruxismo notturno in quanto di giorno si è più vigili e, chiaramente, si può controllare meglio il movimento della mascella. 

C’è inoltre da dire che un singolo episodio di digrignamento dei denti non determina di certo il bruxismo bambini, né tanto meno il bruxismo nei bambini o il bruxismo bambini 2 anni. Per parlare di bruxismo bambini rimedi naturali, infatti, il bruxismo si deve manifestare in maniera ripetuta nel tempo e piuttosto frequente durante tutta la notte.

Solo in questo caso si può parlare di bruxismo bambini 2 anni ma, in ogni modo, prima di diagnosticare a te o a tuo figlio un qualsiasi disturbo di ogni genere, ricorda di ascoltare sempre il parere del tuo medico di fiducia o di uno specialista del settore di interesse.

Vediamo ora quanto dura il bruxismo bambini e il bruxismo bambini 2 anni.

La durata del bruxismo nei più piccoli

Dunque caro lettore, quando si tratta di bruxismo nei bambini c’è da sapere che, nella maggior parte dei casi scompare praticamente da solo una volta che tutti i denti da latte sono spuntati. Infatti il bruxismo bambini due anni è un disturbo molto, ma molto frequente nei più piccolini.

Quando però i denti da latte sono spuntati tutti quanti e tuo figlio continua a digrignare i denti, in questo caso si che c’è da iniziare a preoccuparsi. Ora, non si parla di una preoccupazione terribile, ma si di qualcosa con cui è meglio parlare con il pediatra il prima possibile.

Il bruxismo bambini, infatti, non è di certo un problema da sottovalutare ma va piuttosto trattato fin da subito un approccio che viene chiamato multidisciplinare. Se ti stai chiedendo perché multidisciplinare il motivo è che le cause che provocano il bruxismo bambini possono essere molte e quindi probabilmente sarà necessario coinvolgere diversi specialisti.

In tema di bruxismo bambini rimedi naturali devi sapere senza dubbio che si, esistono vari rimedi naturali con cui puoi aiutare il tuo bambino a smettere di digrignare i denti. Il punto è che più che altro si tratta di abituarlo a tutta una serie di buoni comportamenti che dovrà prendere progressivamente.

Ma anche di questo non devi preoccuparti perché un buon pediatra sicuramente ti indirizzerà prima di ogni cosa verso questo tipo di soluzioni prima ancora di provare dei medicinali. Molto bene caro lettore, detto ciò andiamo a vedere le cause più comuni del bruxismo.

Bruxismo bambini: quali sono le cause più comuni

Dunque caro lettore, questo paragrafo è molto importante perché è da qui che evincerai quali sono le possibili cause che hanno portato te o tuo figlio a soffrire di questo antipatico disturbo che è il bruxismo bambini. Prima di iniziare a spiegarti le possibili ed eventuali cause che hanno scatenato questo disturbo però, è bene che tu sia informato su un fattore fondamentale.

Devi sapere, infatti, che al giorno di oggi ancora non sono state definite delle motivazioni che sono effettivamente e scientificamente valide per quanto riguarda la formazione di questo disturbo. Di conseguenza, è ovvio che non è molto semplice rintracciare, ma soprattutto dichiarare con assoluta certezza quali sono le cause che hanno scatenato il bruxismo bambini in tuo figlio.

Come detto precedentemente, infatti, il digrignamento forte o lieve dei denti può essere effettivamente causato da molte, moltissime situazioni. Per tale motivo, appunto, invece che di parlare di una unica e sola causa scatenante, al momento di riconoscere le cause del bruxismo si parla di tutta una serie di concause che possono coesistere insieme in un individuo. 

Per quanto riguarda gli episodi del bruxismo, invece, tali episodi si verificano si anche di giorno, ma in maniera molto più frequente nelle ore notturne. In particolar modo durante delle piccole interruzioni di quella fase del sonno che è la più profonda in assoluto. 

Tali interruzioni brevi vengono chiamate micro risvegli e se questi episodi si manifestano frequentemente è corretto pensare che il bambino sia affetto da bruxismo bambini.

Parliamo delle cause

Dunque, in primis, così negli adulti come anche nei bambini, la prima causa scatenante del bruxismo è lo stress. I bambini, infatti, tendono a scaricare il proprio stress di notte proprio con l’atto di digrignare i denti.

Ma lo stress non è l’unica possibile causa del bruxismo bambini 2 anni. Tale disturbo, infatti, potrebbe essere causato anche da un problema fisico, ovvero la malocclusione. La malocclusione non è altro che una scorretta posizione delle arcate dei denti che fa si che queste ultime, per un motivo o per un altro, non si riescano a chiudere perfettamente.

Ora, c’è da dire che tali malocclusioni possono essere di diversi tipi e, chiaramente, anche di diverse gravità. Alcune malocclusioni possono essere molto lievi e poco fastidiose.

Altre, invece, possono essere piuttosto gravi e aver bisogno di essere curate il prima possibile. Se non vengono trattate per tempo e con gli giusti accorgimenti, queste malocclusioni possono arrivare a causare anche delle problematiche piuttosto notevoli per quanto riguarda la crescita e lo sviluppo dei bambini.

Per questo e per molti altri motivi è così importante che il fenomeno venga tenuto sotto controllo da un pediatra, un odontoiatra o comunque da un professionista qualificato del settore. Qualora il bruxismo bambini dovesse manifestarsi successivamente all’eruzione anche degli ultimi dentini (i molari) allora senza dubbio è necessario sottoporre il bambino ad una visita odontoiatrica.

In genere prima di arrivare a questa conclusione si aspettano più o meno i sei o sette anni di età del bambino.

Bruxismo bambini: come diagnosticare il bruxismo in un bambino

Dunque caro lettore, come potrai immaginare anche da solo, il bruxismo bambini non è di certo un disturbo che si presenta insieme alla volontà dei più piccoli. Il bruxismo è un fenomeno totalmente involontario. 

Di conseguenza, chiedere ai propri figli di non digrignare i denti e quindi di tenere sotto controllo questo atteggiamento è praticamente fiato sprecato, inutile insomma. Come accennato in precedenza, per risolvere questo tipo di disturbo è necessario utilizzare un approccio multidisciplinare. 

Vediamo con degli esempi cosa si intende per multidisciplinare. Se ad esempio la causa del bruxismo è una malocclusione della bocca, allora è necessaria una visita odontoiatrica senza l’ombra di alcun dubbio. 

Il dentista infatti potrà sistemare l’arcata dei denti in maniera molto più semplice quando la dentatura è giovane. Ma, come già detto, è davvero molto sconsigliato utilizzare apparecchi ortodontici o vari bite prima che la dentatura sia definitivamente e totalmente formata. 

Quindi, prima dei sei o dei sette anni di età. Ora, se sei molto preoccupato per questa situazione, vorremmo tranquillizzarti dicendoti che in genere il bruxismo bambini si risolve da solo durante la crescita.

Quindi, non è detto che dovrai necessariamente sottoporre tuo figlio ad una visita odontoiatrica. A riprova di questo fatto, vogliamo comunque ricordarti che i casi di bruxismo negli adulti sono molto, molto più frequenti rispetto invece ai meno frequenti casi di bruxismo bambini.

Ma andiamo avanti con il tema di bruxismo bambini rimedi naturali.

Bruxismo bambini: parliamo ancora di cause

Molto spesso, è corretto anzi dire il più delle volte, la causa del bruxismo bambini va ricercata in un problema di stress o comunque, più generalmente parlando, in un problema psicologico. Per tale motivo, non è assolutamente da sottovalutare il possibile aiuto da parte di uno psicologo.

Forse è una cosa che non tutti sanno, ma risolvere determinati disturbi psicologici, oltre che a giovare più in generale su tutti i problemi della vita di una persona, va ad aiutare anche la salute della propria bocca. Quando invece si parla di casi di bruxismo molto gravi, che fortunatamente però sono anche molto rari, si potrebbe richiedere l’intervento di una cura farmacologica. 

Chiaramente non spetta ne a te ne a nessun’altra persona non qualificata – neanche all’odontoiatra – stabilire una cura di questo tipo. Lo specialista che dovrà valutare, eventualmente, la possibilità di un intervento farmacologico è il neuropsichiatra e nessun’altro.

In genere il farmaco che il neuropsichiatra prescrive in casi così gravi, che ripetiamo per non farti preoccupare che comunque sono anche molto rari, si chiama trittico. Il trittico agisce sul sistema nervoso centrale in modo da migliorare la qualità del sonno di chi lo assume e, di conseguenza, migliorare anche i sintomi del bruxismo.

I problemi odontoiatrici nei bambini

Quando si parla di bruxismo bambini è importante sapere che si tratta molte volte di un problema odontoiatrico e molte altre di un problema psicologico. Qualora si trattasse, nel caso di tuo figlio o di tua figlia, di un problema odontoiatrico, è bene che tu sappia che non devi preoccuparti più di tanto in quanto i problemi odontoiatrici nei bambini sono molto diffusi. 

Questo certo, ci rendiamo conto che non è qualcosa che possa sollevarti il morale, ma ad ogni modo ti aiuterà a mantenere un atteggiamento positivo in ordine da non far pesare il tuo stress su tuo figlio. Detto ciò, possiamo passare direttamente al paragrafo conclusivo di questo nostro articolo sul bruxismo bambini rimedi naturali.

Bruxismo bambini: le nostre conclusioni finali

Dunque caro lettore, arrivati a questo punto possiamo dire di aver trattato il tema del bruxismo dei bambini davvero sotto ogni tipo di angolazione. Per concludere, però, ci teniamo a sottolineare l’importanza delle cure naturali in questo tipo di disturbi.

Prima ancora di passare a qualsiasi cura farmacologica, infatti, vedrai che saranno anche i dottori stessi a consigliarti di aiutare tuo figlio ad assumere tutta una serie di abitudini che lo aiuteranno a risolvere da solo il problema del bruxismo. Una di queste abitudini, ad esempio, è quella di praticare un attività sportiva.

L’attività sportiva è tra quelle abitudini che da sempre aiutano grandi e piccini a scaricare lo stress e a stancarsi in modo tale da poter andare a dormire senza pensieri, senza problemi e in più con una certa stanchezza muscolare addosso. Un altra abitudine è quella di non mangiare cibi troppo pesanti prima di andare a dormire. 

In questo modo, infatti, si eviterà di svegliarsi ripetute volte nella notte a causa di pesantezza di stomaco. Per leggere altri articoli di questo genere visita il blog e i canali social

Un integratore Alimentare a base di melatonina, camomilla, valeriana e Vitamina B6.