cura del sonno

Terapia del sonno: cos’è e come funziona

Una terapia del sonno è una strategia che si può attuare quando si hanno problemi come ad esempio l’insonnia, quindi quando si fatica a prendere sonno oppure quando non si dorme in modo adeguato nel corso della notte. Quando si hanno problemi che riguardano sia la qualità che la quantità di sonno, è possibile risolverli seguendo una cura specifica che rimette in sesto la situazione e riporta il corpo a riposare come si deve.

Quella del sonno è una questione fondamentale per l’essere umano, in quanto un riposo soddisfacente è una prerogativa imprescindibile per l’organismo intero: non a caso si corrono grossi rischi quando il sonno è insufficiente. Ovviamente, per il corpo umano non è sufficiente solamente dormire per un numero di ore che va dalle sette alle otto ogni notte, ma è importantissima anche la qualità del riposo notturno.

cura del sonno

La qualità del riposo che avviene nelle ore notturne ha grandissima influenza sullo stato di salute nella sua interezza: ecco perché chi vuole stare bene con il proprio corpo ha bisogno di dormire per un numero di ore sufficienti ed in modo profondo. In questa guida sarà possibile scoprire cos’è una terapia del sonno e soprattutto quale cura del sonno è più adeguata alle proprie esigenze, in special modo se si soffre di una malattia che riguarda il sonno, come l’insonnia.

Perché condurre una cura del sonno

Dormire per un numero di ore sufficienti e farlo in modo adeguato sono une prerogative importantissime per il corpo umano: senza questi due elementi sarà praticamente impossibile rimanere in buona salute ed avere una vita lunga. Questo non è dato solo dal fatto che il sonno notturno serve al corpo per avere sufficienti energie: è importantissimo dormire bene perché nel corso della notte avvengono moltissimi processi fondamentali per il corpo e l’organismo intero.

Innanzitutto, nel corso del riposo notturno si ha l’aumento del metabolismo del glucosio nel cervello: si tratta di un fenomeno che è indispensabile per una buona memoria sia a breve che a lungo termine, ma anche per l’apprendimento. In aggiunta a ciò, nel corso del sonno profondo la ghiandola pituitaria produce degli importantissimi ormoni, quale quelle della crescita umana, immancabile appunto per lo sviluppo del corpo umano.

Si sa poi che nel corso delle ore notturne l’organismo non solo riesce a recuperare tutte le energie che sono state utilizzate nel corso della giornata, ma è anche in grado di accrescere l’afflusso del sangue dentro i muscoli: ciò favorisce la riparazione e la crescita di tessuti e di ossa. Nel corso del riposo notturno avviene anche la rigenerazione delle cellule ed il rafforzamento delle difese immunitarie.

Di conseguenza, le persone che non riposano in maniera sufficiente non solo avranno una cattiva memoria ed una pessima capacità di apprendimento, ma anche le difese immunitarie basse ed un costante senso di stanchezza.

La cura e le fasi del sonno

Prima di comprendere qual è la cura del sonno più adeguata in base alle proprie esigenze, è necessario conoscere più da vicino il sonno: questo è stato oggetto di studi scientifici per moltissimi anni. Grazie a questi studi e ricerche è stato possibile fare delle importanti scoperte, come ad esempio quella che il sonno si divide principalmente in due fasi, che sono la fase REM e la fase NON-REM: a sua volta, la fase NON-REM è composta di diversi stadi.

La prima fase dura alcuni minuti e si verifica nel momento in cui la persona passa dalla veglia al sonno. Nel corso di questa prima fase, tutte le funzioni del corpo come quella della respirazione, del battito cardiaco e del movimento degli occhi iniziano a rallentare: per quanto concerne i muscoli, questi possono contrarsi in modo occasionale ma sono dipendenti comunque ad un forte rilassamento.

La seconda fase di sonno non-REM invece occupa all’incirca la metà del sonno: nel corso di questa fase le funzioni ed i sistemi del corpo si rilassano e rallentano, scende la temperatura interna, si arrestano i movimenti degli occhi e le onde cerebrali sono rallentate. Nel terzo e quarto stadio della fase non-REM si verifica invece lo stadio di profondo: nel corso di queste fasi il battito del cuore e la respirazione rallentano sempre di più, avviene il rilassamento dei muscoli ed un ulteriore rallentamento delle onde del cervello.

Dopo queste fasi avviene la fase REM, ovvero la fase RAPID EYE MOVEMENT: si tratta della fase del sonno in cui si iniziano a fare i sogni veri e propri. La cura del sonno diventa indispensabile quando le fasi del sonno hanno durate e ritmi sballati.

Quali sono i disturbi del sonno

Una cura del sonno, in base a quelli che sono i disturbi che deve trattare, può articolarsi in moltissimi modi diversi: ci sono delle cure che prevedono dei cambiamenti nel proprio stile di vita, mentre invece altre cure sono basate proprio sull’assunzione di particolari farmaci. In ogni caso, prima di iniziare una qualsiasi cura del sonno, è necessario confrontarsi con il proprio medico di fiducia per un’analisi attenta o per maggiori informazioni sulla qualità del sonno.

la cura del sonno

Sono davvero moltissimi i disturbi che possono compromettere la qualità del sonno, e non bisogna preoccuparsi perché moltissime persone in tutto il mondo ne soffre. Tra questi è possibile menzionare l’insonnia, che consisteste nella difficoltà nel prendere sonno e anche in un riposo discontinuo, ma anche il russamento, che porta ad emettere dei fortissimi rumori con la bocca e con il naso nel corso del sonno.

Ancora, ci sono anche altri disturbi come il parlare nel sonno, che però generalmente non causa problemi a chi ne soffre, in quanto chi lo fa neanche si accorge di star parlando o borbottando nel sonno. Ci sono poi altre condizioni più gravi, come ad esempio quella dell’apnee notturne, che possono essere risolte spesso perdendo peso oppure utilizzando dei respiratori notturni. Insomma, come sempre è necessario farsi aiutare da un professionista del settore, per evitare di fare danni automedicandosi.

In cosa consiste la medicina del sonno

Si è detto che la cura del sonno varia da soggetto a soggetto in base a quello che è il disturbo del sonno e soprattutto in base a quella che è l’intensità dei sintomi riportati. Per quanto riguarda i casi lievi, una cura del sonno consiste in una serie di strategie che hanno come scopo quello di cambiare lo stile di vita del soggetto, rendendolo più sano: un esempio è quello di iniziare a praticare attività fisica oppure sport in modo costante.

Si consiglia di evitare lo sport due ore prima di coricarsi. In aggiunta a ciò, si consiglia di bere solamente acqua e bevande decaffeinate prima di andare a coricarsi, evitando quindi tisane oppure alcolici; in aggiunta a questo, riuscire a sviluppare una routine di rilassamento prima di andare a letto non è una cattiva idea.

Un ulteriore consiglio è quello di rimuovere dalla camera da letto tutte le luci intense e i dispositivi che potrebbero causare dei suoni forti.Inoltre, è consigliato anche di non stare troppo tempo ad utilizzare dei dispositivi elettronici prima di andare a dormire e di non rigirarsi nel letto se non si riesce a dormire: meglio alzarsi e leggere un libro per un po’. Ovviamente, se la situazione non migliora seguendo tali strategie, si consiglia di procedere con la medicina del sonno vera e propria.

Sonny Sleep – VR Services SRL P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00 €