Meditazione per dormire

Meditazione per dormire

Dormire bene è una prerogativa di ogni essere umano in quanto proprio dalla cattiva qualità del sonno derivano diverse problematiche fisiche e psicologiche che caratterizzano la nostra popolazione in questo particolare periodo storico.

Sono infatti tra il trenta ed il cinquanta per cento gli adulti in tutto il mondo che soffrono di insonnia o, generalmente, di altri disturbi del sonno più o meno gravi. Questi disturbi sono correlati, il più delle volte, a problematiche di stress le quali si possono risolvere grazie a tecniche di rilassamento come ad esempio la meditazione per dormire, di cui parleremo proprio in questo articolo.

Si parla, almeno per le prime volte in cui una persona si affaccia al mondo della meditazione, di meditazione guidata per dormire, ovvero un percorso verso il sonno guidato da una voce esterna. La meditazione per dormire profondamente viene utilizzata oggi circa dal 25% delle persone che soffrono di problemi di insonnia e, tali persone, hanno riscontrato con il tempo anche degli incredibili benefici contro lo stress e la rabbia.

Ora, come probabilmente già sai, lo stress purtroppo non è un disturbo fine a se stesso ma è portatore di altre patologie più o meno gravi. Le persone che soffrono di stress, infatti, si ritrovano il più delle volte anche a combattere con l’aggravarsi di altre malattie precedenti. In questo articolo ti parleremo della meditazione rilassante per dormire e di tutti i benefici che puoi trarne sia a livello fisico che psicologico.

Meditazione per dormire nel migliore dei modi

La meditazione, intesa come tecnica del rilassamento, è in grado di agire direttamente sul nostro cervello creando quella che viene chiamata pace interiore. Tale pace interiore è proprio ciò che aiuta a calmare sia la mente che il corpo delle persone che utilizzano questa tecnica.

Se viene eseguita nel modo corretto prima di mettersi a letto, la meditazione per dormire può aiutare a combattere e ridurre evidentemente l’insonnia. In maniera più generale, è corretto dire che la meditazione per dormire profondamente può aiutare a curare sia l’insonnia che tutti gli altri disturbi del sonno di vario genere.

Questo avviene tramite quella che viene definita la distensione del corpo, stimolata proprio dalle tecniche di meditazione rilassante per dormire. Quando tutto il corpo è rilassato, ne conseguono una pace e un’armonia tale da instaurare in tutto il corpo un benessere generale.

Una volta compresi gli effetti positivi sulla qualità del proprio sonno che genera la meditazione per dormire, possiamo passare allo step successivo, ovvero quello in cui ti spieghiamo anche quali sono i benefici della meditazione in generale.

Meditare vuol dire, basicamente, trovare il proprio “angolo tranquillo”, sedersi comodi, rilassarsi, e cercare di svuotare la mente completamente per un certo numero di minuti. Una abitudine così semplice e apparentemente così innocua, è in grado di generare nel corpo di chi la adotta dei veri e propri cambiamenti a livello fisiologico.  Tali cambiamenti influenzano in maniera positiva la qualità del tuo sonno e ti spiego subito come.

Meditazione per dormire: in che modo può aiutare il sonno

Abbiamo detto che i cambiamenti fisiologici che avvengono nel nostro corpo quando sperimentiamo la meditazione guidata per dormire sono in grado di influire positivamente sulla qualità del nostro riposo e, di conseguenza, sulla qualità del nostro sonno. Ma, in che modo avviene questo?

Ovvero, in che modo la meditazione per dormire può aiutare a favorire il sonno? Sono stati eseguiti centinaia di studi ed esperimenti per dare una risposta a questa domanda e, tutti i ricercatori e gli studiosi del caso sono d’accordo sulla stessa idea. Il motivo per il quale la meditazione per dormire è così utile per favorire il sonno, mentre molte medicine anche costose non lo sono affatto, è che le medicine curano i sintomi, mentre la meditazione guidata per dormire cura il problema.

Ma lasciami spiegare meglio.  È stato appurato che molti problemi di insonnia, e problemi generali legati al sonno, sono causati dallo stress. Ora, se il problema è lo stress, assumendo farmaci per dormire, staremmo solo curando il sintomo dello stress (l’insonnia) e non la causa!

Quindi, il risultato che otterremmo, sarebbe un sollievo momentaneo (una notte di sonno) ed una patologia che potrebbe diventare cronica (lo stress). Praticando invece la meditazione rilassante per dormire, sarà possibile andare ad interagire direttamente con la causa e non più con il sintomo. Quindi, alla domanda “come la meditazione per dormire può aiutare il sonno”? La risposta è: curando direttamente lo stress.

Quali sono i vantaggi della meditazione per dormire?

Abbiamo parlato di quanto la meditazione per dormire profondamente possa aiutare a risolvere problemi come lo stress e, di conseguenza, curare anche l’insonnia. Ma se questo è un grande beneficio della meditazione per dormire, devi sapere che non è neanche l’unico! Infatti, tra le tante cose, la meditazione guidata per dormire può anche aumentare la melatonina e la serotonina.

La melatonina e la serotonina sono rispettivamente uno l’ormone che regola il ciclo del sonno, e l’altro il precursore della melatonina. Inoltre, praticare la meditazione aiuta anche a ridurre la frequenza cardiaca in momenti di forte ansia e il conseguente flusso accelerato della circolazione sanguigna.

Ovviamente però, il beneficio più grande che interessa a noi per questo articolo è il fatto che la meditazione guidata per dormire è in grado di attivare tutte quelle parti del cervello che hanno il controllo del sonno.

Dunque è chiaro che ritagliare dai dieci ai quindici minuti al giorno del proprio tempo per effettuare la meditazione per dormire potrebbe essere sicuramente una delle migliori abitudini che si possano prendere. Ma, appurato questo, è anche necessario sapere in che modo praticare questo tipo di meditazione.

Alcune informazioni importanti…

Prima di tutto è importante sapere che non esiste soltanto un tipo di meditazione, ma piuttosto esistono molte tecniche di meditazione per dormire, tutte differenti tra loro. Io, in questo articolo, ti parlerò nello specifico di tre di queste tecniche.

La meditazione è una pratica molto semplice, quindi potrai scegliere tra le tre tecniche quella che preferisci.  Come accennato, la meditazione è una pratica davvero molto semplice che si può fare praticamente ovunque e in qualsiasi momento. L’unico fattore davvero importante per la riuscita di una seduta di meditazione è sentirsi comodi e a proprio agio. Ci sono ad esempio delle persone che riescono a meditare anche sui mezzi pubblici, tanto riescono a concentrarsi.

Altre, invece, hanno bisogno necessariamente di stare da sole nella loro stanza o, comunque, in un ambiente che le faccia sentire totalmente al sicuro.  Per effettuare una seduta di meditazione rilassante per dormire, non si ha bisogno di nessuna attrezzatura particolare, né di strumenti vari.

Di cosa si ha bisogno per meditare?

Giusto nel caso in cui si scelta di effettuare una meditazione guidata per dormire, allora in questo caso si ha bisogno del proprio telefono, della TV o di una qualsiasi attrezzatura che possa riprodurre la voce appunto della meditazione guidata per dormire.

Effettivamente, l’unica cosa di cui si ha bisogno per meditare, di qualsiasi meditazione si tratti, è un po’ di tempo a propria disposizione. Si può trattare di cinque minuti, di dieci, in alcuni casi anche di quindici. Questo dipenderà esclusivamente da te, e da nessun altro.

Detto ciò, non basta trovare x tempo una sola volta, ma piuttosto è necessario creare una vera e propria routine giornaliera di cui la meditazione per dormire ne è parte integrante. Questo perché per poter davvero godere di tutti i benefici della meditazione per dormire, bisogna effettuare la pratica tutti i giorni.

I passaggi da eseguire per meditare

Almeno per i primi tempi, è di fondamentale importanza iniziare a meditare in uno spazio tranquillo all’interno del quale ci si sente sicuri. Se si inizia a meditare in un qualsiasi luogo caotico, allora si perderebbe la concentrazione ogni trenta secondi e si terminerebbe con il lasciare perdere totalmente la pratica.

Detto questo, una volta trovata una zona tranquilla, si può decidere se effettuare la propria seduta di meditazione da seduti o da sdraiati. Personalmente, almeno per le prime due volte, consiglio di fare questa pratica da sdraiati, per sentirsi totalmente a proprio agio.

In maniera particolare, se quella che stai effettuando la meditazione per dormire per riuscire ad aumentare la qualità del tuo sonno, allora sicuramente ti conviene fare questa pratica sempre da sdraiato prima di andare a dormire. Una volta trovata la tua posizione ideale, dovrai iniziare ad inspirare e ad espirare lentamente, concentrandoti sul suono del tuo respiro.

Se credi di non esserne capace perché ti annoia, ti distrai facilmente o qualsiasi altra ragione, non preoccuparti perché le prime volte è così per tutti. Devi solo trovare il tuo modo di concentrarti e vedrai che riuscirai ad eseguire la meditazione per dormire profondamente alla perfezione.

Una cosa che può aiutare moltissimo, ad esempio, contare i respiri che si fanno. Ora, molto probabilmente, anzi sicuramente, moltissimi pensieri assaliranno la tua mente. Tu non preoccuparti, lasciali passare e continua a contare i tuoi respiri. Questi sono i passaggi per effettuare la meditazione per dormire.

Le tre differenti tecniche di meditazione per dormire

Ora che ti ho spiegato in che modo effettuare la meditazione rilassante per dormire in maniera molto generica, possiamo passare a vedere tre specifiche tecniche di meditazione. Il mio consiglio è quello di provarle tutte e tre, e poi di decidere a seconda delle emozioni e delle sensazioni che hai provato durante la pratica. Dunque la prima meditazione di cui ti parlerò è la meditazione consapevole, ovvero quella che implica la tua concentrazione immediata.

Per effettuare questa meditazione ti viene richiesto di privarti momentaneamente di tutti quelli che possono essere oggetti di distrazione nella stanza (es. telefonino, TV, radio etc.. ) e di iniziare a concentrarti sul tuo respiro. In genere si inizia inspirando profondamente e, successivamente, espirando altrettanto profondamente per otto volte.

Capiterà sicuramente che durante la meditazione per dormire ci siano dei pensieri che attraversano la tua mente. Tu non curartene, osservali e lasciali immediatamente andare. Effettua gli otto respiri completi profondi per cinque volte. Successivamente ripeti nuovamente l’operazione ma, questa volta, facendo una pausa dopo ogni inspirazione.

Quindi, ricapitolando, la meditazione per dormire consapevole si effettua così: inspira profondamente ed espira profondamente per otto volte. Dopo l’ottava volta, inizia a prenderti una pausa dopo ogni volta che inspiri. Quindi inspiri, pausa, espiri.

Questa meditazione è molto utile per ritrovare la calma e per stare a stretto contatto con il proprio io interiore. Per iniziare, tuttavia, mi sento di raccomandarti la meditazione guidata per dormire. Vediamo come funziona. Abbiamo visto prima la meditazione per dormire consapevole.

Conclusioni…

La seconda tecnica di meditazione di cui voglio parlarti è la meditazione guidata per dormire, ovvero quella più consigliata almeno per le prime volte in quanto più semplice. Durante questa meditazione utilizzerai l’aiuto di una voce guida che ti aiuti ad entrare nello stato meditativo.

Questa operazione può essere effettuata in diversi modi. Ad esempio puoi ascoltare un podcast, spotify, far partire un video su youtube o, se vuoi già partire con un livello pro, puoi anche scaricare sul tuo smartphone una delle moltissime applicazioni per meditare che esistono. L’ultima meditazione di cui ti parlo in questo articolo è la meditazione corporea.

La meditazione corporea è incredibilmente affascinante sotto vari punti di vista e, per tale motivo, è consigliabile effettuare questo tipo di meditazione soltanto una volta aver imparato bene a meditare con le altre due tecniche di meditazione per dormire che ti ho elencato precedentemente.

Durante la meditazione corporea quello che succede è che ci si concentra su ogni parte del proprio corpo singolarmente. L’obiettivo finale di questo tipo di meditazione per dormire è quello di aumentare la consapevolezza di tutte quelle che sono le tue sensazioni fisiche.

Per effettuare questo tipo di meditazione, dovrai iniziare a respirare alcune volte profondamente, proprio come nella meditazione consapevole. Una volta che ti senti sicuro e concentrato, dovrai spostare il tuo pensiero, poco alla volta, su ogni specifica parte del tuo corpo (es. braccia, gambe..) e sentire ogni sensazione che provi in quella specifica parte del corpo, compreso il dolore o il fastidio se sono presenti.

Ti invitiamo come sempre a seguire il nostro blog sempre aggiornato e sui nostri social dove ogni giorno pubblichiamo tantissimi articoli sulle migliori notizie da tutto il mondo.

Un integratore Alimentare a base di melatonina, camomilla, valeriana e Vitamina B6.

Sonny Sleep – VR Services SRL P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00 €