parlare nel sonno cause

Parlare nel sonno (sonniloquio): perché avviene, cause e rimedi

Parlare nel sonno è un fenomeno che interessa moltissime persone in tutto il mondo: si tratta di una condizione abbastanza innocua e normale, ecco perché non deve spaventare chi ne soffre. Il fenomeno del parlare e urlare nel sonno prende il nome, in gergo tecnico, di sonniloquo: ovviamente, coloro che soffrono di questa condizione non se ne accorgono, e spesso vengono a saperlo da chi convive con loro e con chi condivide il letto con loro.

Quando si parla nel sonno si possono creare dei veri e propri dialoghi o addirittura monologhi, mentre in altri casi è possibile pronunciare semplicemente dei borbottii oppure delle semplici parole senza senso. Nella maggior parte dei casi, il sonniloquio ha una durata breve: si tratta di uno degli atteggiamenti comportamentali anormali più comuni che avvengono nel corso della notte.

Due rimedi contro il sonniloquio (parlare nel sonno) Descrizione
Fare attività fisica Fare attività fisica durante la sera può risultare benefico per alcune persone, poichè la tensione accumulata durante tutta la giornata viene scaricata.
Cenare in modo leggero Cenare con un pasto leggero e possibilmente non ricco di zuccheri è sicuramente un ottimo metodo per evitare di sovraccitare il nostro sistema nervoso. Anche non utilizzare il computer o altri apparecchi tecnologici prima di coricarsi a letto, evitando così di incrementare la stimolazione nervosa, è molto utile.

Recenti studi hanno infatti dimostrato che tutti gli esseri umani, almeno una sola volta nella propria vita, sperimentano questo fenomeno durante la notte. Grazie a tali indagini è stato possibile scoprire quali sono i diversi sintomi così come le conseguenze che avvengono quando si inizia a parlare nel sonno.

Nonostante la ricerca scientifica sia andata avanti e abbia fatto passi da gigante, ci sono ancora moltissime informazioni che rimangono sconosciute in merito alle cause e in special modo al trattamento del sonniloquio. In questa guida, sarà possibile scoprire tutte le informazioni e cause note fino ad oggi.

Alcuni fattori scatenanti

Il sonniloquio, che consiste nel parlare nel corso del riposo notturno, non è altro che un tipo di parasonnia i cui fattori scatenanti non sono ancora del tutti noti: quando si parla di parasonnie, si fa riferimento ad un gruppo abbastanza variegato di disturbi del sonno. Tali atteggiamenti si caratterizzano di comportamenti che non sono usuali o di eventi fisiologici che generalmente non avvengono quando si dorme.

Nello specifico, le parasonnie tendono a manifestarsi nel corso dell’addormentamento, in prossimità del risveglio oppure nel corso del riposo notturno: queste si verificano senza l’alterazione di cicli temporali del sonno. Per quanto riguarda le cause del sonniloquio nei bambini e negli adulti, questo spesso avviene insieme al digrignamento dei denti, gli incubi notturni ed il sonnambulismo: sembra anche che sia da prendere in considerazione una componente genetica.

Proprio per questa ragione è necessario che siano condotte altre ricerche per comprendere quali sono le connessioni tra le diverse parasonnie ed il sonniloquio: diversamente dalle altre parasonnie, il sonniloquio avviene nel corso della fase REM e della fase NON REM. Le altre parasonnie si verificano solamente nel corso di specifiche fasi del ciclo del sonno: come è possibile capire, si tratta di una parasonnia veramente unica e una tra le più diffuse del mondo.

Perché si parla nel sonno

Nel corso degli episodi di sonniloquio, il discorso che viene articolato potrebbe anche non avere un collegamento chiaro con quella che è l’esperienza, così come anche la vita del soggetto: non ci sono spesso degli eventi recenti oppure delle conversazioni da poco avvenute al loro interno. Ci sono alcune prove scientifiche che invece indicano che questo fenomeno può avere un qualche collegamento con i sogni: tuttavia, non tutte le cose che si dicono nel sonno sembrano essere connesse a ciò che il soggetto sogna.

Il parlare nel sonno può anche verificarsi solamente con delle vocalizzazioni, le quali avvengono nel corso del riposo: un esempio è la catatrenia (si tratta di gemiti notturni che si associano ad un modello di respirazione diverso dal normale) oppure il disturbo del comportamento del sonno. Come si è potuto vedere, non è possibile ancora sapere perché si parla nel sonno: c’è bisogno di ulteriori studi ed indagini che chiariscano e confermino le teorie finora formulate.

Il sintomo principale del parlare nel sonno è ovviamente l’emissione del suono che si verifica nel corso del sonno, senza che ovviamente il soggetto che ne soffre ci faccia caso: questo può essere spesso incomprensibile, come accade almeno nel 50% dei casi. In tal caso, il parlare nel sonno consiste nel parlare in silenzio, nel borbottare oppure parlare tra i cuscini oppure le coperte.

In altri casi, invece,  il sonniloquio manifesta dei parallelismi con quelle che sono le classiche conversazioni umani: ad esempio, vengono rispettare le regole grammaticali oppure vengono rispettate le pause, proprio come nel corso di un dialogo con un interlocutore.

Caratteristiche del sonniloquio

Quando si parla nel sonno si tende spesso a pronunciare alcune espressioni negative, esclamative oppure profane: questo è un indice del fatto che il parlare nel sonno riflette il dialogo orientato dal conflitto che si svolge all’interno della mente nel corso del riposo notturno. Può di conseguenza avvenire, se si parla nel sonno, di essere sessualmente espliciti nelle parole, offensivi, oppure si possono rivelare dei segreti per i quali ci si imbarazza o vergogna.

Ovviamente, le persone non sono consapevoli di stare effettuando un sonniloquio, e quindi non ricordano nulla di quello che hanno detto la mattina seguente. Nella maggior parte dei casi, gli episodi in cui si parla nel sonno sono veramente brevi, e per questa ragione sono rarissime le conversazioni prolungate oppure lunghe: generalmente, si pronunciano solamente alcune parole oppure delle piccole frasi.

Per quanto riguarda le conseguenze del parlare nel sonno, c’è da dire che si tratta di un fenomeno innocuo: di conseguenza, tale fenomeno non ha alcune conseguenze sul sonno della persona, e non dura così tanto da causare dei problemi seri. In ogni caso, ci sono delle situazioni in cui il sonniloquio può portare allo sviluppo di altre problematiche, quali ad esempio l’eccessiva sonnolenza del giorno oppure l’insonnia.

Inoltre, se si verificano altre parasonnie invece al parlare nel sonno, quali ad esempio il sonnambulismo oppure gli incubi notturni, si potrebbero riscontrare problemi molto più gravi come ad esempio la privazione del sonno, la frammentazione ed i risvegli notturni.

Cause e rimedi del parlare nel sonno

Si è visto che le cause del parlare nel sonno non sono ancora del tutto note e di conseguenza ci sono pochi metodi approvati che servono a risolvere questo problema. Nella stragrande maggioranza dei casi, il trattamento del parlare nel sonno si superfluo in quanto questo fenomeno ha una frequenza veramente limitata e soprattutto non causa delle conseguenze gravi: questo fenomeno infatti non disturba il sonno né causa problemi di altro tipo.

Per quanto riguarda le persone che hanno il desiderio di limitare questo fenomeno che avviene nel corso della notte, si consiglia di concentrarsi specialmente sull’igiene del sonno: è importante sviluppare delle buone abitudini che servono a prevenire e a curare le parasonnie, come quella di parlare nel sonno. Ecco perché si consiglia di optare per un programma di sonno costante che venga attuato ogni giorno, così come anche nel fine settimana.

Un altro consiglio è quello di evitare gli stimolanti così come la caffeina sia nel tardo pomeriggio che nella sera: ancora, si consiglia di ritagliarsi del tempo per rilassarsi. Questo può essere fatto anche mettendo via i dispositivi elettronici almeno mezzora prima di andare a coricarsi.

In aggiunta a ciò, si consiglia di dormire in una stanza da letto in cui non ci siano distrazioni per il sonno, come ad esempio i rumori e la luce. Una volta messi in atto questi atteggiamenti, sarà più facile evitare gli episodi di sonniloquio oppure di parasonnie che disturbano il sonno.

Sonny Sleep – VR Services SRL P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00 €