ore di sonno consigliate

Quante Ore Bisogna Dormire: Adulti e Bambini

Le ore di sonno rappresentano la quantità vera e propria di riposo e ricarica di cui l’organismo umano ha bisogno per essere in grado di affrontare nuovamente una giornata da capo: si tratta di un qualcosa di fondamentale per il corpo. Di fatti, le persone che non riescono a dormire mai per tutte le ore di sonno ideali, hanno moltissimi problemi nel corso della giornata: si tratta di disagi transitori o che possono protrarsi davvero per lungo tempo.

C’è da dire che una notte in cui si dorme di meno può capitare a tutti, e non ha delle grandi ripercussioni a livello fisico: certo, il giorno successivo ci si potrebbe sentire stanchi oppure spossati, ma baserà dormire di nuovo per ricaricarsi. D’altro canto ci sono però dei casi in cui non si parla solamente di una notte insonne, ma di lunghi periodi: in questi casi, la privazione del sonno può portare a delle conseguenze davvero negative sul corpo.

Ore di sonno raccomandate Quantitavo ore
Adulto dai 19-25 anni Dalle 7-9 ore di sonno raccomandate
Adulti 26-65 anni Dalle 7-10 ore di sonno raccomandate
Adulti anziani dai 66+ Dalle 6-9 ore di sonno raccomandate

Le persone che dormono male durante la notte per lunghi periodi di tempo soffrono ovviamente di insonnia: si tratta di una condizione abbastanza diffusa e che può portare a moltissimi disagi sia di carattere fisico che mentale. Insomma, in questa guida sarà possibile trovare informazioni riguardo le ore di sonno consigliate e le altre patologie e condizioni che interessano il sonno.

Quante ore di sonno vanno fatte

Si è accennati che dormire un numero sufficiente di ore può rendere non solo il sonno più piacevole, ma anche il corpo molto più preparato ad affrontare la giornata che sta per iniziare. Sono moltissimi gli studi che, nel corso del tempo, sono stati svolti al fine di ottenere delle informazioni in più riguardo il sonno, la sua importanza e le sue caratteristiche: sono davvero importanti le scoperte che sono state fatte in merito.

ore di sonno

Partendo dalle ore di sonno fondamentali per il corpo e per la mente, è affermato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che gli adulti hanno bisogno di almeno 6 ore di sonno ogni notte: ovviamente, si tratta del minimo sindacale. Infatti, secondo tali ricerche, per riuscire a sentirsi riposati e soprattutto nel pieno delle proprie forze, le ore di sonno ideali sarebbero addirittura otto: si tratta di una cifra che però non tutti riescono a raggiungere.

Di fatti, moltissime persone amano fare tardi avanti al computer oppure alla televisione, anche se il giorno dopo hanno la sveglia che suona presto: questo ovviamente non lascia il tempo materiale per un riposo ristoratore per la mente e per il corpo. Una volta scoperte quali sono le ore di sonno delle quali il corpo ha bisogno, è necessario riuscire a fare di tutto per dormire, almeno tutti i giorni, per una media di sette ore a notte.

Otto ore di sonno sono necessarie

Le ricerche poc’anzi menzionate hanno scoperto moltissime informazioni riguardo il sonno umano e la sua composizione, come ad esempio il fatto che questo si compone di diverse fasi e stadi: queste si ripetono l’una dopo l’altra, come un vero e proprio ciclo. All’interno di queste diverse fasi si sperimentano delle tipologie di riposo diverse, ma ciò che bisogna ricordare è che ognuna di queste fasi è fondamentale per il corpo umano.

Ci sono moltissimi benefici che infatti il sonno apporta al corpo umano, come ad esempio l’aumento del metabolismo del glucosio nel cervello: si tratta di un fenomeno fondamentale se si vuole una buona memoria sia a breve che a lungo termine e se si vuole avere una mente sempre pronta per l’apprendimento. Ecco perché le persone che non riposano per un numero di ore sufficiente hanno una memoria scarsa e hanno più problemi ad apprendere delle nozioni nuove.

Nel corso del riposo la ghiandola pituitaria ha il compito di produrre alcuni ormoni che sono di fondamentale importanza: tra questi c’è l’ormone della crescita umana.

ore di sonno necessarie

In aggiunta a ciò, nel corso delle ore di sonno necessarie l’organismo è in grado di recuperare tutte le energie che sono state bruciate nel corso della giornata, vi è un aumento del sangue all’interno dei diversi muscoli del corpo: questo favorisce la crescita e la riparazione dei tessuti e delle ossa. Ancora, non bisogna dimenticare che nel corso del riposo notturne si ha una vera e propria rigenerazione delle cellule, con conseguente rinforzamento delle difese immunitarie.

Le diverse fasi del sonno

Per quanto riguarda i diversi stadi e fasi che si alternano nel corso del riposo notturno, è doveroso fare una prima distinzione tra sonno REM e sonno NON-REM: la sigla REM sta per Rapid Eyes Movement. Il sonno non-REM si caratterizza di diverse fasi: la prima di queste dura alcuni minuti e si verifica nel momento in cui la persona passa dalla veglia al sonno.

Nel corso del primo stadio, tutte le funzioni del corpo, quali ad esempio quelle della respirazione, del battito cardiaco e del movimento oculare iniziano a rallentare: per quanto concerne i muscoli, questi possono contrarsi in modo occasionale ma sono soggetti comunque ad un intenso rilassamento.La seconda fase di sonno non-REM invece occupa circa la metà del sonno: nel corso di questo stadio le funzioni ed i sistemi del corpo si rilassano e rallentano, scende drasticamente la temperatura interna, si arrestano i movimenti degli occhi e le onde cerebrali sono estremamente lente.

Nel terzo e quarto stadio della fase non-REM si verifica invece il sonno profondo: nel corso di questi stadi il battito cardiaco e la respirazione rallentano sempre di più, avviene il rilassamento dei muscoli ed un ulteriore rallentamento delle onde del cervello. Questa fase del sonno è conosciuta anche con il nome di “sonno ad onde lente” oppure di sonno delta: la prima fase di sonno profondo può durare dai quarantacinque ai novanta minuti.

Con il passare del tempo, questa si diventa sempre più breve ciclo dopo ciclo. Finito anche questo stadio si passa alla fase REM del sonno.

Quante sono le ore di sonno profondo

Le numerose ricerche che sono state condotte sul sonno degli esseri umani nel corso dei decenni hanno evidenziato che essi trascorrono circa il 75% del proprio riposo notturno in fase non REM, mentre il 25% è trascorso in fase REM: di conseguenza, è possibile affermare che la fase del sonno profondo occupa dal 13 al 23%. Una cosa che bisogna dire è che questa fase si accorcia sempre di più con il passare degli anni.

Di fatti, coloro che hanno meno di trenta anni godono addirittura di due ore di sonno profondo ogni notte, mentre per quanto riguarda gli over sessanta, questi godono di una mezz’ora scarsa di sonno profondo ogni notte. Insomma, quante sono le ore di sonno profondo che si riesce ad ottenere dipende sempre dall’età: ci sono però delle strategie che si possono attuare per migliorare il proprio riposo.

Innanzitutto, si consiglia di condurre uno stile di vita sano, ricco di attività fisica e sport nel corso della giornata: questo è sconsigliato due ore prima di andare a coricarsi. Un altro consiglio è quello di bere solamente acqua o bevande decaffeinate prima di andare a dormire: si sconsiglia il consumo di alcolici oppure di tisane.

In aggiunta a questo, riuscire a sviluppare una routine di rilassamento prima di andare a letto non è una pessima idea. L’ultimo consiglio è quello di rimuovere dalla camera da letto le luci intense e i dispositivi che potrebbero causare dei suoni forti.

Sonny Sleep – VR Services SRL P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00 €