Valeriana tisana

valeriana tisana

Valeriana tisana è un prodotto che viene utilizzato da moltissime persone in tutto il mondo per distendere i propri nervi, e per questo motivo, nel corso di questa nuovissima guida del nostro blog, scopriremo insieme tutto quello che c’è da sapere in merito a questo prodotto così gettonato. Di fatti, ti fornirò una miriade di informazioni e di consigli e suggerimenti riguardo questo prodotto, scopriremo a che cosa serve e soprattutto come è composto.

Sicuramente saprai già che il riposo e il relax sono due cose importantissime per il corpo umano: infatti, quando siamo troppo stressati o troppo nervosi, il nostro corpo ne risente fortemente. Non solo il riposo ed il relax, ma anche il sonno è una componente molto importante per il corpo umano: senza un numero sufficiente di ore di sonno, il corpo inizia a non funzionare più bene, e si possono avere ripercussioni a livello fisico e anche psichico.

Purtroppo, a causa di moltissimi fattori come il lavoro ad esempio, le persone che sono sottoposte ad un forte stress ed ad un numero di ore di sonno troppo basse, sono in continuo aumento. Inoltre, ci sono sempre più giovani che hanno problemi per quanto riguarda lo stress ed il sonno: se anche tu fai parte di questa categoria di persone, ti consiglio di continuare a leggere.

Ti consiglio, a questo punto, di metterti comodo alla tua scrivania o sul tuo letto e di munirti di carta e penna, in modo da leggere tutto ciò che c’è da sapere riguardo la valeriana tisana.

Valeriana tisana: cos’è la valeriana?

Nel capitolo introduttivo di questa brevissima guida dedicata alla valeriana tisana, abbiamo scoperto insieme che il numero di persone che si dichiarano stressate o che affermano di dormire poco durante la notte, è in grande crescita. Di fatti, ci sono inoltre moltissimi più giovani che affermano di dormire male e poco durante la notte, a causa dello stress e dell’ansia che la vita del ventunesimo secolo porta con se: se anche tu sei come loro, continua a leggere.

Moltissimi soggetti che sono sottoposti a fortissimi stress oppure a problemi con il sonno e il riposo, spesso si affidano a delle soluzioni naturali, iniziando ad assumere delle dosi di melatonina e valeriana tramite compresse e tisane. In particolare, molti utilizzano la valeriana, la quale è una pianta erbacea perenne e vigorosa: si tratta di una pianta che cresce in modo spontaneo in luoghi ombrosi e umidi, sia al mare che in montagna, e può essere trovata in Europa così come anche in Asia.

Questa pianta, che si può trovare in diverse parti del mondo, è rinomata per i suoi benefici sin dai tempi dei Latini e dei Greci, i quali la utilizzavano già per preparare delle tisane e degli estratti. All’interno di questa pianta così importante sono contenute moltissime sostanze diverse, come ad esempio i valepotriati, che si trovano alla base delle proprietà terapiche di quesa pianta: tuttavia, la pianta non deve essere sottoposta a calore, umidità o ph acido.

Se vuoi scoprire altre informazioni riguardo la valeriana tisana, ti consiglio di continuare a leggere questa guida.

Tisana valeriana: quando utilizzarla?

Abbiamo conosciuto insieme, nella precedente sezione di questa guida dedicata alla valeriana tisana, questa pontentissima pianta che viene utilizzata per moltissimi scopi diversi sin dai tempi antichi. Infatti, abbiamo visto che questa pianta si coltiva in diverse parti del mondo, e abbiamo anche visto che cresce spontaneamente ovunque ci sia un clima ombroso e umido, sia al mare che in montagna, specialmente nei continenti europeo ed asiatico.

Dopo aver scoperto queste informazioni e curiosità sulla valeriana, andiamo avanti con la nostra guida sulla tisana valeriana per scoprire quando è consono assumere questa pianta, sotto forma di compresse oppure tisana. In primo luogo, questa pianta può essere utilizzata come sedativo per quanto riguarda tutti i disturbi ed i disagi del sonno, come ad esempio difficoltà a prendere sonno così come anche insonnia: è adatta anche quando non si dorme in modo profondo.

Solitamente, le compresse a base di valeriana per favorire il sonno, contengono al loro interno anche altri elementi i quali, combinati con la valeriana, sono ottimi per quanto riguarda il trattamento dei disagi che sono correlati al sonno. Parliamo ad esempio di luppolo, erbe che favoriscono la sonnolenza così come anche il balsamo di limone: la valeriana in questo caso è considerata un rimedio fitoterapico, che va lentamente a sostituire per poi eliminare i sonniferi.

Per scoprire altre situazioni in cui si può utilizzare la valeriana tisana, ti consiglio di continuare a leggere questa guida.

Altri utilizzi della valeriana

Nel precedente capitolo della nostra guida interamente dedicata alla valeriana tisana, abbiamo visto insieme che questo ottimo prodotto della natura può essere utilizzato per trattare in modo naturale tutti quei disagi collegati al sonno, come ad esempio l’insonnia o la difficoltà a prendere sonno. Come si è detto, si tratta di una cura fitoterapica, il cui scopo è quello di diminuire e sostituire l’utilizzo dei sonniferi, in modo da eliminarli del tutto.tisana valeriana funziona

Tuttavia, la valeriana non viene utilizzata solamente per curare quei disagi che sono collegati alla qualità e alla quantità del sonno, ma anche per trattare delle condizioni psicosomatiche che sono legate allo stress psicologico così come anche all’ansia. Quando si viene sottoposti ad un forte periodo di stress o si è molto ansiosi, si possono riscontrare moltissimi sintomi, come ad esempio l’isteria, l’eccitabilità, l’ipocondria, l’emicrania, il mal di testa, così come anche la gastrite e il mal di stomaco.

Infine, ci sono anche moltissime persone che si servono della valeriana per curare altre tipologie di sintomi e disturbi, come ad esempio i lievi tremori, i sintomi depressivi, il disturbo da deficit di attenzione e l’iperattività, la sindrome da stanchezza cronica e i crampi mestruali. Insomma, come puoi vedere, la valeriana trova la sua applicazione in moltissimi campi diversi.

Per scoprire altre preziosissime informazioni inerenti alla valeriana tisana, ti consiglio di continuare con la tua lettura.

Proprietà della valeriana

Abbiamo visto insieme, nella precedente sezione di questo approfondimento dedicato alla valeriana tisana, quali sono alcuni sintomi e malanni che la valeriana può curare, se assunta come tisana o sotto forma di compresse. Come si è detto, può aiutare a gestire le situazioni legate allo stress e all’ansia, ma anche a contrastare quelli che sono i crampi mestruali, i disturbi da deficit di attenzione, i sintomi di depressione e la sindrome da stanchezza cronica.

Andiamo avanti con il nostro approfondimento sulla valeriana e sulla sua tisana, vedendo insieme quali sono alcune delle proprietà più riconosciute di questo prodotto che ci viene offerto dalla natura. In primo luogo, grazie al suo elevato contenuto di valepotriati, la valeriana ha delle ottime proprietà calmanti, in quanto agisce sul cervello e sul sistema nervoso come un sedativo; in secondo luogo, questa migliora la qualità del sonno nelle persone che smettono di prendere sonniferi.

Ci sono moltissimi studi che dimostrano l’efficacia della valeriana nel trattamento di stress e ansia, così come anche di sintomi depressivi, mentre altri importanti studi dimostrano che la valeriana non è capace di alleviare l’insonnia al pari dei sonniferi. Molti consigliano dunque di assumere la valeriana per un periodo continuato di tempo, che duri per un massimo di quattro settimane.

Insomma, come puoi capire le moltissime proprietà di questa pianta sono state dimostrate da diversi studi che sono stati condotti nel corso del tempo. Per scoprire come utilizzare la tisana alla valeriana e per ulteriori suggerimenti, ti consiglio di continuare a leggere i prossimi paragrafi di questo articolo interessantissimo.

Tisana alla valeriana: come assumerla?

Si è potuto leggere, nella precedente sezione di questo approfondimento dedicato alla valeriana tisana, quali sono le moltissime proprietà che sono state riscontrate in questa pianta che viene utilizzata sin dai tempi antichi. Come si è detto, infatti, sono moltissimi gli studi scientifici che hanno sottolineato l’utilità di questa pianta per quanto riguarda il trattamento di moltissimi disturbi diversi, come ad esempio lo stress, l’ansia, l’insonnia e così via.

Dopo aver approfondito quali sono le moltissime utilità che questa pianta può avere sul nostro corpo e sulla nostra mente, andiamo avanti con la nostra guida perchè dobbiamo parlare di quanta tisana alla valeriana bisogna assumere. Per quanto riguarda il trattamento dell’insonnia, basterà assumere dai quattrocento ai novecento milligrammi di estratto di valeriana circa due ore prima di andare a dormire, per un massimo di ventotto giorni.

Altrimenti, un altro trattamento che si può fare si basa sul consumo di centoventi milligrammi di estratto di valeriana con ottanta milligrammi di balsamo di limone, per un massimo di trenta giorni. Infine, un’ultima opzione è quella di assumere 190 milligrammi di estratto di valeriana con 40 milligrammi di estratto di luppolo sotto forma di compressa, per un massimo di 28 giorni.

Per tutte le procedure è valido il fatto che bisogna assumere la valeriana dai trenta minuti alle due ore precedenti al momento in cui ci si mette a dormire. Se sei curioso di scoprire altre informazioni e consigli riguardo la valeriana tisana, ti consiglio di continuare a leggere le prossime sezioni di questa guida.

Tisana valeriana funziona: quali sono gli effetti collaterali

Siamo giunti quasi al termine di questa interessantissima guida interamente dedicata alla valeriana tisana, all’interno della quale hai potuto scoprire moltissime informazioni riguardanti questa pianta ottima. Come si è visto nella precedente sezione di questa guida, ci sono moltissime modalità attraverso le quali questa pianta può essere assunta per avere effetto sul sonno e sulla cura dell’insonnia: ciò che conta è sicuramente non assumere la valeriana più di trenta giorni consecutivi.

Infatti, nonostante il principio attivo della valeriana e i suoi derivati siano dotati di una scarsissima tossicità acuta, comunque bisogna evitare di eccedere e di prolungare la cura per troppo tempo. In ogni caso, la valeriana è largamente considerata una cura molto sicura e efficace per la maggior parte dei soggetti che iniziano ad assumerla, a patto che sia assunta nella corretta quantità e soprattutto non vengano superati i trenta giorni di cura consigliati.

Secondo quanto visto in molti studi, l’uso della valeriana è sicura fino ai 28 giorni, mentre la sicurezza dell’uso a lungo termine di valeriana ancora non è conosciuta. Ci sono degli studi che affermano che l’utilizzo di valeriana fino a quattro settimane sia sicuro anche nei soggetti pediatrici, ma non si dimentichi che usi prolungati ed eccessivi di questa pianta possono portare a bradicardia, aumento della pressione arteriosa, emicrania, eccitabilità ed insonnia.

Ora che abbiamo scoperto quali sono gli effetti collaterali della tisana valeriana funziona, ti aspetto nell’ultimo paragrafo di questa guida per le nostre conclusioni su valeriana tisana.

Le nostre considerazioni finali

Eccoci dunque arrivato al termine di questa brevissima guida tutta dedicata alla valeriana tisana, all’interno della quale hai potuto scoprire moltissime informazioni in merito a questa pianta così amata ed utilizzata da moltissime persone. Come si è detto, questa pianta ha veramente moltissimi scopi ed apporta tantissimi benefici al nostro corpo, quando viene utilizzata in modo saggio e corretto.

Abbiamo visto che la valeriana è una pianta molto diffusa e anche che i suoi benefici vengono a lungo studiati, anche se sono conosciuti sin dai tempi dei Latini e dei Greci. Inoltre, abbiamo anche visto che questa pianta può essere utilizzata nel trattamento dell’insonnia e dei disturbi che riguardano il sonno, ma non solo questo.

Di fatti, la valeriana è largamente utilizzata anche per curare quelli che sono tutti i sintomi e i problemi che sono legati ad un forte stress ed una forte ansia: si tratta di situazioni che colpiscono moltissime persone in tutto il mondo. Infine, abbiamo visto che la valeriana può essere ottima a trattare anche alcuni sintomi depressivi, i crampi mestruali, la menopausa, il disturbo da deficit di attenzione così come anche l’iperattività.

Ora che hai scoperto quali sono tutti i benefici della valeriana tisana, non ti resta altro da fare se non iniziare ad assumere questa pianta: non dimenticare di non superare le quattro settimane di assunzione.

Se ti è piaciuta questa guida tutta dedicata a valeriana tisana, visita il nostro blog per scoprire di più e seguici sui nostri canali social per tutti i nostri aggiornamenti!

Un integratore Alimentare a base di melatonina, camomilla, valeriana e Vitamina B6.

Sonny Sleep – VR Services SRL P.IVA IT 02698200991 – Sede Legale in Genova, Via Colombo 6 CAP:16121 – Cap. sociale: 10.000,00 €